Lo Stemma della Città di Patti

Stemma_PattiResa nota durante la conferenza stampa di presentazione della Notte per la Cultura 2018, la pubblicazione della versione digitale dell’articolo di Giovanni Sardo Infirri apparso nel 1987 sul primo numero di Timeto, periodico annuale della Società Pattese di Storia Patria.

Inauguriamo così la nuova sezione “Free Culture by OpenPatti” e speriamo che presto l’articolo possa essere anche ospitato sul sito web istituzionale del Comune di Patti.

Un grazie a Chiara Lo Vercio e Manuela Stroscio che con la loro iniziativa, Notte per la Cultura for Kids, hanno fornito lo spunto e l’occasione per liberare e condividere questo importante pezzo di storia pattese.

Vedi la scheda completa del documento su Archive

Annunci

OpenPatti per Notte per la Cultura 2018

npc_2018
Ci sarà anche per l’edizione 2018 il contributo di OpenPatti alla Notte per la Cultura; l’occasione, in particolare, la fornisce una delle novità di quest’anno dell’apprezzato ed atteso evento culturale pattese organizzato da Officina delle Idee: Notte per la Cultura for Kids, dedicato ai ragazzi tra i sette e i dodici anni.

Nel perseguire le proprie finalità a favore della libera diffusione della conoscenza, OpenPatti renderà liberamente disponibile, pubblicandola con una licenza free culture, la versione digitale di un importante documento di storia pattese; si tratta della storia dello stemma della città di Patti, scritta da Giovanni Sardo Infirri e pubblicata nel 1987 sul primo numero di Timeto, periodico della Società Pattese di Storia Patria.

OpenPatti ha voluto rendere disponibile universalmente, digitalizzandolo e pubblicandolo in rete con una licenza d’uso che ne consenta la libera fruizione e l’utilizzo, un documento ormai difficilmente reperibile, offrendo, soprattutto ai pattesi più giovani, l’occasione di scoprire attraverso la lettura della storia dello stemma cittadino un elemento identitario che unisca la generazione contemporanea ai propri avi.

E Così, durante Notte per la Cultura for Kids, Manuela Stroscio e Chiara Lo Vercio, attingendo alla storia dello stemma cittadino, trasmetteranno ai giovani pattesi che prenderanno parte all’iniziativa, una storia di cui appropriarsi ed in cui immergersi, la loro storia. Inoltre, attraverso lo svolgimento di alcune attività manuali, i giovani daranno forma all’oggetto della loro scoperta, lo stemma di Patti, realizzando un piccolo manufatto che rappresenterà nel tempo il ricordo di questa loro esperienza.

Il documento digitalizzato verrà presentato durante la conferenza stampa di presentazione di Notte per la Cultura 2018.

#npc2018, #patti, #emblem, #history, #officina-delle-idee, #sicilia, #sicily, #stemma, #storia

OpenPatti e la Villa Romana di Patti Marina ad OKOA16

okoa16Dal 26 al 27 Febbraio prossimi, presso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università degli Studi di Catania, in viale Andrea Doria, 6, si svolgerà OKOA16, l’edizione annuale di Open Knowledge Open Arts, workshop sugli open data, sull’open source e sul patrimonio culturale, che ha lo scopo di studiare come la libera condivisione dei dati, in formato open, senza limitazioni al loro riuso, può aiutare la ricerca e la fruizione del Patrimonio Culturale.

Ad OKOA16 sarà presente anche OpenPatti per illustrare, attraverso una breve presentazione, l’esperienza della mappatura in OpenStreetMap della Villa Romana di Patti Marina.

Qui il Programma

La Villa Romana di Patti Marina su OpenStreetMap

Nell’ambito della presentazione dello studio di Michele FasoloTyndaris e il suo territorio“, tenutosi a Tindari presso il Palazzo dei Dioscuri lo scorso 28 Novembre davanti ad un pubblico davvero numeroso e attento, OpenPatti ha portato un proprio contributo con queste slide in cui si accenna agli open data in archeologia (ma potremmo più in generale auspicarne l’utilizzo per qualsiasi genere di bene culturale), citando l’esperienza dello SCRIPTORIVM di OpenPompei e la pubblicazione del Manifesto degli open data archeologici (MODA), raccontando infine della mappatura in open data della Villa Romana di Patti Marina su OpenStreetMap (attualmente il sito archeologico siciliano più dettagliato e documentato presente su una piattaforma geografica universale) e di come ricavare, con alcuni semplici strumenti, nuove mappe della Villa, arricchite di ulteriori contenuti, sempre in open data, partendo dai dati inseriti in OpenStreetMap.

Dopo aver ascoltato la relazione del prof. Fasolo, l’auspicio è che si possano presto riportare su OpenStreetMap almeno i risultati più importanti della sua ricerca.

Infine, con il necessario supporto della Soprintendenza BB.CC.AA. di Messina, ci auguriamo che presto possa essere meglio documentato su OpenStreetMap anche il sito archeologico di Tindari.

N.B.: Per una migliore e completa fruizione della presentazione si consiglia di scaricarla sul proprio computer accedendo a questo link (Slideshare, ad es., non consente il funzionamento dei link delle prime tre slide)

#archeologia, #beni-archeologici, #beni-culturali, #digitalchampions, #michele-fasolo, #moda, #open-data, #openpatti, #openpompei, #openstreetmap, #scriptorium, #tindari, #tyndaris, #villa-romana-di-patti-marina

Tyndaris e il suo territorio

Locandina_Tyndaris_e_il_suo_territorioParteciperà anche OpenPatti all’incontro “Tyndaris e il suo territorio” con un proprio intervento in cui si accennerà di condivisione della conoscenza e open data in tema di beni archeologici.

#archeologia, #michele-fasolo, #open-data, #tyndaris

Lo Scriptorium di OpenPompei un’esperienza da prendere a…

Lo Scriptorium di OpenPompei, un’esperienza da prendere a modello

#archeologia, #beni-culturali, #opendata, #openpompei, #promozione, #valorizzazione

Richiesta al Sindaco del Comune di Patti di organizzare un pubblico incontro sui lavori di restauro di porta San Michele e di adesione ad OpenPatti

Egregio sig. Sindaco del Comune di Patti,

in qualità di aderente e promotore, a nome di OpenPatti, Le chiedo di voler organizzare un pubblico incontro da Lei presieduto, destinato alla cittadinanza e in generale agli stakeholder locali, in cui, accompagnato da rappresentanti, politici e tecnici, del Comune di Patti e, dietro suo invito, della Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Messina e delle ditte incaricate di eseguirli, si illustrino il progetto ed i lavori di restauro della porta San Michele disponendosi a recepire eventuali indicazioni e/o raccomandazioni degne di considerazione e ritenute fattibili che dovessero emergere durante l’incontro.

L’incontro, ispirandosi a principi di trasparenza, di partecipazione e di coinvolgimento della cittadinanza e degli stakeholder locali nelle questioni di pubblico interesse, viene richiesto in considerazione dell’importanza storica e della natura fortemente identitaria del manufatto e dell’elevato conseguente livello di attenzione e di sensibilità espresso dalla comunità pattese nei confronti del monumento.

OpenPatti è un’aggregazione informale di soggetti cui possono liberamente aderire individui e entità associative pubbliche o private, comprese le aziende, le associazioni e le istituzioni, e a cui attualmente aderiscono il sottoscritto, anche nella qualità di Digital Champion di Patti, la Consulta Territoriale del Centro Storico e la Consulta Giovanile, che condividono e intendono perseguire i principi enunciati nel documento denominato OpenPatti Manifesto, che si allega, finalizzato a promuovere azioni e iniziative che favoriscano la diffusione della cultura dell’apertura e della trasparenza, la valorizzazione e la promozione dei beni comuni, materiali e immateriali.

Auspicando l’accoglimento della proposta in oggetto, approfitto quindi della circostanza per invitarla al contempo a prendere visione del documento allegato, di cui sopra, e a valutare l’invito a farvi aderire il Comune di Patti; l’auspicabile adesione costituirebbe una testimonianza di valore e un contributo rilevante al dialogo tra cittadini, stakeholder ed istituzioni per la comune ricerca di iniziative da attuare per il perseguimento delle suddette finalità.

RingraziandoLa per l’attenzione riservatami, distinti saluti

Antonino Galante

#beni-storici, #civic-participation, #comune-di-patti, #porta-san-michele, #restauro